menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Vocepinerolese.it

foto Vocepinerolese.it

In strada contro i tagli alla Sanità, migliaia in marcia nel centro di Pinerolo

Secondo l'assessore regionale alla Ssanità Antonio Saitta, il presidio ospedaliero Agnelli, malgrado la riforma, manterrà tutte le strutture e il personale esistente

Sono alcune migliaia le persone che ieri pomeriggio sono scese per le strade di Pinerolo per protestare contro la riduzione dei servizi e dei tagli nella sanità del pinerolese. A partecipare al corteo, oltre a medici e infermieri, anche i sindaci dell'intera vallata, il vescovo Piergiorgio Debernardi e il moderatore della tavola valdese Eugenio Bernardini. La manifestazione è partita dalla stazione di Pinerolo per giungere sino all'ospedale Agnelli, presidio ospedaliero coinvolto anch'esso nell'ambito della riforma ospedaliera varata dalla Regione Piemonte e, secondo i manifestanti, soggetto a drastiche rivoluzioni.

Non secondo l'assessore Antonio Saitta che, invece, ha ribadito più volte che "nell'atto aziendale dell’ASL TO3 non è prevista alcuna cancellazione o riduzione di servizi all’ospedale di Pinerolo, ma unicamente il riordino organizzativo di alcune attività cliniche". L'atto aziendale prevede, infatti, che la struttura ospedaliera dell'Agnelli mantenga 15 strutture complesse e 15 strutture semplici. Parallelamente al mantenimento delle attività cliniche e delle risorse umane e professionali, è in corso di completamento una totale modernizzazione strutturale con un investimento pari a 24 milioni di euro e con previsione di completamento dei lavori nel 2016. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento