Rivalta, profughi protestano in strada: "Il cibo è scadente"

Ritardi anche nella consegna dei documenti

Tensione questa mattina, martedì 8 maggio, nel centro di Rivalta. I profughi accolti nella struttura del Dojrone, una ventina, sono scesi in strada per protestare contro le condizioni a loro riservate all'interno dello stabile. Cibo di scarsa qualità e il ritardo nella consegna dei documenti  sarebbero le principali motivazioni del loro malcontento.

La protesta ha fatto accorrere carabinieri e polizia municipale che dopo alcune trattative, hanno convinto i migranti ad abbandonare le strade e il presidio. Al momento sono in corso accertamenti sulle motivazioni della manifestazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Emergenza smog: continua lo stop a tutti i veicoli diesel fino agli Euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento