menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di Gabriele Bolognesi (TorinoToday)

foto di Gabriele Bolognesi (TorinoToday)

Crisi Mercatone Uno, a rischio i punti vendita di Mappano e Brandizzo

I lavoratori torinesi che rischiano di restare a casa sono circa 70. Intanto Mercatone Uno fa sapere che intende lasciare aperti solo il 50 per cento dei punti vendita dislocati sul territorio nazionale

Protestano davanti alla Prefettura di Torino i dipendenti di Mercatone Uno che, nel torinese ha i suoi punti vendita a Mappano e Brandizzo.

Punti vendita che rischiano la chiusura dopo che l'azienda ha depositato nelle scorse settimane l'istanza di concordato preventivo al Tribunale di Bologna. Un primo passo - secondo i dipendenti - verso il fallimento. Sì, perchè a confermare l'ipotesi, c'è il mancato versamento degli stipendi, congelati per il periodo tra il primo e il 18 gennaio.

Intanto, dopo l'incontro con i sindacati, l'azienda Mercatone Uno ha fatto sapere che gli unici punti vendita che rimarranno aperti saranno quelli per cui la società medesima ha la proprietà dell'immobile, circa il 50 per cento su tutto il territorio nazionale. Che fine faranno, dunque, i negozi di Mappano e Brandizzo, le cui mura risultano essere unicamente in affitto?

(L'articolo continua dopo la gallery)

"L'impressione dominante - afferma Stefano Capello, sindacalista Flaica-Cub - è che una parte dei lavoratori potrebbe essere spostata nel punto vendita di Beinasco, con una nuova assunzione". Sì, perchè lo spaccio di Beinasco, pur essendo "Tre Stelle", è di proprietà dell'azienda Mercatone Uno. "In questo caso - continua Capello - verrebbero assunti solo una parte di lavoratori, mentre i restanti rimarrebbero a casa". Ciò che stupisce i lavoratori, infatti, è che il punto vendita Tre Stelle di Beinasco - ora chiuso, ma di proprietà di Mercatone Uno - non sia mai stato affittato ad altri. Tra Mappano e Brandizzo ci sono circa 70 lavoratori che rischiano di ritrovarsi a casa o, nella migliore delle ipotesi, riassunti  - ma solo alcuni -a Beinasco con chissà quale tipo di contratto. Sì, perchè i posti disponibili nel punto vendita "Tre Stelle" sarebbero poco più di una ventina.

In attesa del tavolo in Regione - previsto per martedì - continua lo sciopero dei lavoratori di Mappano e Brandizzo che - dicono gli stessi - non si chiuderà fino all'ottenimento delle garanzie sul reddito e sull'occupazione di tutti i dipendenti.

Evanescente anche la trattativa - durata 10 ore - delle ultime ore tra i vertici dell'azienda e e la delegazione nazionale dei sindacati dove questi non sono stati in grado di portare a casa le risposte auspicate. Ma c'è di più perchè Mercatone Uno intenderebbe utilizzare in mdo ancor più intensivo il contratto di solidarietà

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento