Bloccata l'entrata dell'Ikea per protesta contro le esternalizzazioni e i licenziamenti

Per alcuni minuti è stata bloccata l'entrata al magazzino. I manifestanti hanno voluto denunciare il servizio di esternalizzazione dei servizi della logistica e il rischio licenziamento di 12 di loro

Una protesta durata solo alcuni minuti ma che ha creato non poche tensioni. Nel pomeriggio di sabato 22 dicembre un gruppo di alcune decine di manifestanti ha bloccato l'entrata dei clienti nel magazzino dell'Ikea di Collegno. La motivazione - spiegata in un volantino che gli stessi distribuivano alla gente - è la protesta contro l'esternalizzazione dei servizi della logistica ed è un segno di solidarietà ai 12 lavoratori di Piacenza a rischio di licenziamento.

La situazione si è sbloccata con l'arrivo dei Carabinieri. I manifestanti, lasciata libera l'entrata ai clienti, hanno continuato a distribuire i volantini per far conoscere la situazione da loro denunciata. Il presidio è stato organizzato da Cobas, Cub e da Riscossa Proletaria che hanno spiegato come i lavoratori esternalizzati, molti dei quali extracomunitari, vengano pagati con salari da fame.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

Torna su
TorinoToday è in caricamento