menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forconi, il corteo in via Po accolto con secchiate d'acqua

Il corteo in centro è stato accolto con delle secchiate d'acqua dalle finestre; poi i manifestanti hanno proseguito fino in piazza Castello, dove si trovano tutt'ora, davanti al palazzo Regionale

La protesta in centro non è ancora sopita. La sera, in piazza Vittorio, si è radunata molta gente per ascoltare il leader del movimento dei Forconi, Danilo Calvani.

Il corteo è poi partito dalla piazza in direzione di piazza Castello, dove si è poi riunito davanti alla sede del palazzo regionale. Durante il passaggio del corteo in via Po, da alcune finestre sono stati rovesciati dei secchi d'acqua sui manifestanti. Le persone portavano uno striscione della bandiera italiana, urlando "non passa più nessuno" e "chiudere", rivolto ai negozi.

In piazza Castello, davanti alla sede regionale, sono anche state lanciate delle bottiglie d'acqua. Poi, dopo qualche coro davanti al cordone di polizia, uno dei coordinatori della protesta, da un microfono, ha invitato la folla a spostarsi dal lato opposto della piazza: "I non violenti vengano da questa parte. Non facciamoci strumentalizzare da pochi che vogliono solo fare casino - ha detto - non facciamo il gioco di chi vuole dividerci". La tensione si è a quel punto attenuata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento