menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Protesta in Regione

Protesta in Regione

No alla chiusura dell'Oftalmico, sit-in a Palazzo Lascaris

Secondo i manifestanti la chiusura del presidio comporterebbe un prolungamento delle liste d'attesa e si verrebbero a perdere servizi essenziali unici sull'intero territorio nazionale

Si sono dati appuntamento sotto Palazzo Lascaris infermieri, medici e cittadini che stamane hanno manifestato contro la chiusura dell'ospedale Oftalmico di via Juvarra, contro la quale - peraltro - negli ultimi mesi sono state raccolte oltre 40mila firme.

Secondo quanto stabilito dalla riforma ospedaliera varata dalla Regione, i servizi dell'ospedale Oftalmico dovrebbero essere trasferiti in parte al Giovanni Bosco, in parte alle Molinette. I locali ipotizzati dall'assessorato per il trasloco in via Cherasco sono risultati, tuttavia, inidonei poichè vetusti, di dimensioni ridotte, con sale non climatizzate e senza alcun impianto per la rilevazione dei fumi. La struttura ospedaliera, peraltro, è stata oggetto di una recente ristrutturazione e copre l'80 per cento del proprio fabbisogno giornaliero di acqua calda con pannelli solari.

A Palazzo Lascaris il consigliere di Forza Italia Gianluca Vignale ha presentato una mozione contro la chiusura dell'ospedale di via Juvarra: “La chiusura del presidio porterà a un allungamento delle liste d’attesa per visite, interventi ambulatoriali e chirurgici in tutta la provincia di Torino e in tutta la regione - ha affermato Vignale -. Inoltre spezzettando le competenze in ospedali differenti verrà meno un pronto soccorso dedicato alla cura degli occhi e una specializzazione che solo un numero così alto di interventi ha dato nel tempo”.

L'Oftalmico rappresenta, infatti, una delle eccelenze nei servizi offerti su tutto il territorio nazionale: stiamo parlando di oltre 50mila passaggi in pronto soccorso, 14mila interventi chirurgici e oltre 60mila visite ambulatoriali effettuate nel 2014. La chiusura, peraltro, rischia di creare non pochi problemi in relazione alle liste d'attesa: nella nostra regione, i tempi per una visita oculistica generale superano i 150 giorni, un esame specialistico i 120 giorni con punte di oltre 300.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento