menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto della nostra lettrice Rosanna Satta

Foto della nostra lettrice Rosanna Satta

I lavoratori Abit in strada: "No alla chiusura dello stabilimento di Grugliasco"

Ieri i lavoratori dell'Abit di Grugliasco hanno protestato in corso Allamano per dire no alla chiusura dell'azienda: perderebbero il posto di lavoro 97 persone

Sono scesi in strada per dire no alla chiusura dell’Abit di Grugliasco: i lavoratori dell’azienda, ieri, si sono riuniti davanti alla sede di corso Allamano per ricordare che se l’Abit dovesse chiudere, ne andrebbero di mezzo 97 lavoratori che resterebbero senza occupazione.

"I lavoratori dell'Abit di Grugliasco – afferma la capogruppo di Sel in Regione, Monica Cerutti, - sono arrivati al limite. Con il megafono in mano hanno occupato il controviale di Corso Allamano per dare visibilità al disagio che stanno vivendo. E la mattina sono pure andati al lavoro prima del dovuto per garantire la produzione, che non risente cali di richiesta. Nonostante ciò la Trevalli Cooperlat non ha voluto avviare alcun dialogo per risolvere la crisi, mettendo a rischio il futuro di 107 famiglie".

"Martedì scorso in Consiglio regionale l'assessore al Lavoro Claudia Porchietto, rispondendo ad una nostra interrogazione - aggiunge - ci ha riferito che la dirigenza aziendale avrebbe garantito la disponibilità a valutare una cessione del marchio. Lunedì prossimo assessorato, azienda e sindacati si incontreranno e da quella riunione siamo convinti debba scaturire un percorso che porti alla soluzione della crisi. Non possiamo permetterci ulteriore disoccupazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento