menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arriva il gelo sul Piemonte: come proteggersi?

La temperatura sta calando notevolmente nelle ultime ore e nei prossimi giorni si abbasserà ulteriormente. Il cardiologo Attilio Maseri consiglia l'uso di protezioni "calde" per uscire e, a tavola, di mangiare frutta e verdura

Come già detto il gelo sta per arrivare dalla Russia e le temperature in Piemonte scenderanno ampiamente sotto lo zero, toccando addirittura i -16 gradi. Un freddo pericoloso per i senzatetto, ad esempio, per cui il Comune di Torino ha previsto dei posti letto sparsi per la città e potenziati in alcuni casi (come al Parco della Pellerina).

Se una settimana fa c'era ancora il sole (stranamente) seppur non caldissimo, da qualche giorno guanti, sciarpe e cappelli di lana sono tornati prepotentemente sull'attaccapanni per essere utilizzati ad ogni uscita di casa. E' rischioso, infatti, uscire senza protezioni. Sul Corriere della Sera lo attesta anche il cardiologo Attilio Maseri, dando alcuni accorgimenti da seguire.


Innanzitutto bisogna coprirsi il più possibile, addirittura utilizzando degli occhiali per non far lacrimare gli occhi e metterli in salvo da eventuali infezioni. Quando si rientra invece è conveniente, dopo aver lavato le mani, mettersi una crema protettiva emolliente. La prevenzione passa anche da ciò che si mangia: prediligere frutta di stagione e verdura è importante, così come la vitamina C contenuta negli agrumi e la vitamina E contenuta in cibi come patate, mandorle e nell'olio di oliva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento