Tratta di schiave dalla Nigeria, tra violenze e riti vudù: undici arresti

Le vittime "smistate” in tutto il nord-Italia

Immagine di repertorio

Donne che sfruttano altre donne di 18-19 anni, preferibilmente vergini e provenienti da situazioni socio-familiari difficili che appena arrivate in Italia, dopo un viaggio di oltre 6mila chilometri, scoprono di essere state comprate in patria per prostituirsi.

E' durata un anno l'indagine dei Carabinieri di Bologna che ha portato al fermo di 11 persone con controlli e perquisizioni arrivati fino a Torino. Sono state tratte in salvo e affidate a strutture protette sei giovani, sequestrati circa 15.000 euro, contante nigeriano e inglese, nonché carte e documentazione. 

"Un inferno" ha definito le condizioni di vita di queste nuove schiave il Comandante della Compagnia Bologna Centro Giuseppe Musto. Bologna rappresentava la base operativa, ma le vittime venivano "smistate in tutto il nord-Italia e anche all'estero", ha specificato. Durante le intercettazioni gli inquirenti hanno potuto constatare una situazione "aberrante, ragazze che speravano di non svegliarsi la mattina dopo, il timore per la vita dei parenti in patria, i riti tribali, le punizioni".

LA DENUNCIA

Una 23enne nigeriana a giugno del 2016 aveva denunciato i suoi aguzzini. Ingannata in patria dalla promotrice della "tratta", una volta arrivata in Italia si era rifiutata di prostituirsi, così a gennaio 2015 era stata picchiata e aveva subito uno stupro di gruppo da parte di connazionali, infine era stata abbandonata in strada in fin di vita. La violenza era stata tale da causarle lesioni permanenti: sottoposta a intervento chirurgico, le era stata asportata parte dell'utero, oltre a essere stata contagiata dal virus HIV. Grazie al coraggio della ragazza i Carabinieri hanno avviato l'indagine, coordinati dal PM Marco Orsi.

LA 'SCELTA'

Le giovani non venivano selezionate a caso, giovani, di 18-19 anni, preferibilmente vergini e provenienti da situazioni socio-familiari difficili (matrimoni falliti, gravidanze extra coniugali). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Maestra d'asilo licenziata per un video hard mandato su Whatsapp al fidanzato: tutta la storia

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Il primario della rianimazione di Rivoli è positivo al covid: aveva invitato i negazionisti "a farsi un tour in reparto"

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

Torna su
TorinoToday è in caricamento