Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Trasporti, Chiamparino: "Vogliamo fermare l'aumento delle tariffe"

Tra gli obiettivi nuovi contratti di servizio con Trenitalia e RFI e la creazione di una metropolitana regionale attraverso l'unione di servizi a gomma e rotaia

Il futuro dei trasporti torinesi è nelle mani della nuova amministrazione regionale. Spetterà a Sergio Chiamparino e la sua giunta decidere le sorti ed il futuro di uno dei servizi pubblici maggiormente colpiti dalle carenze di bilancio.

Tra gli obiettivi evidenziati nel programma annunciato ieri in Consiglio Regionale dal neo presidente, la revisione del contratto di servizio con Trenitalia ed un nuovo contratto di servizio con RFI, corresponsabile con Trenitalia di ritardi e disservizi. Il nuovo accordo con Trenitalia, infatti, prevede, già a partire dal 2016, l'obbligo di consentire ed agevolare l'ingresso di eventuali altri gestori.

"Dobbiamo programmare una rete integrata che mettendo insieme gomma e rotaia porti alla nascita di una sorta di metropolitana regionale", ha affermato poi Sergio Chiamparino.

Il neo presidente ha parlato poi di liberalizzazione attraverso gare per lotti funzionali. In tal senso, le gare, saranno utili per ottenere importanti risparmi di risorse da destinare, quindi, al miglioramento ed al prolungamento serale e festivo del servizio.

Via libera, inoltre, all'introduzione di nuovi convogli, più moderni e confortevoli ed al ripristino di tratte ormai cancellate da anni.

Ma Sergio Chiamparino e la sua giunta fanno di più: "Vogliamo fermare l'aumento delle tariffe", ravvisato nel 34% in più in soli due anni. Per farlo, propongono due soluzioni: il rinnovo della carta "tutto treno" a 120 euro e la creazione di un bonus famiglia sulla base del reddito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti, Chiamparino: "Vogliamo fermare l'aumento delle tariffe"

TorinoToday è in caricamento