menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camper e tende a Torino, le proposte nuove per i turisti en plain air

Da corso Adriano a Grugliasco al parco delle Vallere a Moncalieri. Tante le proposte per le future aree camping torinesi che potranno, tuttavia, essere operative solo dal prossimo anno

Corso Adriatico a Grugliasco, Parco delle Vallere a Moncalieri, zona Stupinigi a Nichelino. Sono questi i nomi che aleggiano nell'aria quando si parla di future aree camping.

A fronte delle polemiche imperversate negli scorsi giorni a causa della chiusura dell'unico campeggio torinese a Villa Rey, le proposte per attrezzare la Città di una degna area per la sosta dei camper, si sono precipitate.

A coordinare le ricerche degli appositi spazi il team capitanato da Gianmarco Montanari: se da una parte sembra impossibile la riapertura seppur temporanea di Villa Rey, dall'altra, i nuovi e possibili campeggi non potranno essere operativi che dalla prossima estate.

"Sì può ipotizzare che entro l'estate possa partire il bando per l'affidamento ai privati - ha affermato Montanari -. Ciò che realizzeremo dipenderà dalle risposte che riceveremo".

Le soluzioni individuate restano quelle confinate all'interno della prima cintura torinese e, pertanto, di competenza di altre amministrazioni. Dal caso di corso Adriano a Grugliasco dove il Cus desidera da tempo affiancare al proprio centro sportivo un'area camper, al caso di via Pianezza e corso Umbria, proposta effettuata dallo stesso Palazzo Civico rispettivamente per tende e camper. Qualcuno rilancia il piazzale Caio Mario che, con la collaborazione di Gtt, potrebbe diventare un'ottima area di sosta.

Tante le proposte, ma per il momento nulla di concreto. Per questa estate i camperisti dovranno scegliere una meta diversa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento