menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"In aiuto alle fasce deboli, recuperare i medicinali ancora validi"

La proposta di legge è stata presentata dal consigliere Pdl Giampiero Leo, ed è stata sottoscritta dagli esponenti di tutti i gruppi consiliari, sia di destra che di sinistra

'Recupero, restituzione, donazione ai fini del riutilizzo di medicinali in corso di validità'': questo è il nome della proposta di legge presentata in Regione dal consigliere Giampiero Leo (Pdl). Una legge per "Recuperare i farmaci in corso di validità e in perfette condizioni di conservazione per donarli ai centri di soccorso e assistenza affinché li ridistribuiscano alle fasce deboli della popolazione'', come spiega lo stesso Leo.

La proposta, come spiega il consigliere, è stata sottoscritta da esponenti di tutti i gruppi consiliari, sia di destra che di sinistra, e "dimostra come la politica riesca a trovare importanti punti di incontro quando segue il metodo di privilegiare il bene comune''.

''La grave crisi economica - spiega Leo - sta provocando pesantissime ripercussioni sulla società, generando una povertà crescente. Questa legge consentirà non solo di recuperare farmaci in corso di validità a costo zero, ma anche di contenere la spesa farmaceutica e i costi per lo smaltimento dei medicinali non utilizzati''.

Il Banco Farmaceutico, in quest'ottica, è una sorta di "perno attorno al quale ruota questa iniziativa: sarà infatti questa organizzazione a raccogliere e a ridistribuire i farmaci".

''Questa legge - precisa Gerardo Gatto, vicepresidente del Banco Farmaceutico e dirigente amministrativo dell'Asl 2 di Torino - regolamenta il canale di raccolta di questi farmaci: un'iniziativa legislativa di grandissima importanza, per la quale si è messa a disposizione a titolo gratuito anche Federfarma''.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento