menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza campi nomadi, una legge regionale per "micro" insediamenti

Una proposta di legge regionale per indesiamenti "ridotti" di massimo 50 persone per una permanenza individuale di massimo 90 giorni. Presidio costante delle forze dell'ordine

Campi nomadi, un fenomeno che alza la tensione in Sala Rossa, soprattutto dopo le ultime vicissitudini che hanno visto coinvolto il canile municipale gestito dall'Enpa in via Germagnano, a pochi passi da uno dei tanti insediamenti della Città.

Il rifugio per "animali a quattro zampe" è stato preso d'assalto la scorsa settimana da parte di alcuni abitanti del campo nomadi che hanno letteralmente devastato porte, finestre e suppellettili contenuti all'interno dei locali. Solo uno degli ultimi episodi che hanno visto coinvolto il canile e i volontari che ci lavorano costretti a subire angherie di ogni tipo da parte dei nomadi. Una situazione, quella degli insediamenti di rom, che pone l'accento su un'amministrazione a tratti sorda, a tratti presente, ma che comunque, salvo casi specifici, è lontana dall'aver risolto le cose.

Dall'opposizione la marcia, ovviamente continua. Dopo il "no" della Sala Rossa al referendum contro i campi nomadi proposto dalla Lega Nord, ora l'idea di una riforma legislativa atta a regolamentare al meglio il fenomeno del nomadismo, la cui normativa regionale risale al 1993.

"Riassumendo e aggiornando la proposta di legge regionale Vignale formulata dal Pdl nel 2011 presenterò un sistema piemontese di micro insediamenti autorizzati di massimo 50 persone per una permanenza individuale di massimo 90 giorni e costantemente presidiati dalle Forze dell'Ordine - propone Maurizio Marrone, Capogruppo di Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale in Comune di Torino e Regione Piemonte -. Per chi non ci sta rimpatri assistiti o tolleranza zero".

Quanto agli specifici risarcimenti al canile municipale, il compito, secondo Marrone, spetterebbe al Comune e alle cooperative sociali Selarom, incaricate per la cogestione degli insediamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento