Cronaca

Prontofarmaco, medicine a domicilio per gli over 65 di Torino

Il progetto prevede di portare a domicilio dei torinesi over 65 anni, che vivono soli e in stato di bisogno, nelle domeniche e nei giorni festivi, i farmaci, in modo da non interrompere le cure

Prontofarmaco, questo è il nome della nuova iniziativa di aiuto alle persone anziane della Regione Piemonte, finanziata con 80.000 euro e presentata dal presidente Roberto Cota e da Caterina Ferrero, l'assessore alla Sanità.  Il progetto prevede di portare a domicilio dei torinesi over 65 anni, che vivono soli e in stato di bisogno, nelle domeniche e nei giorni festivi, i farmaci, in modo da non interrompere le cure.

Per realizzare il progetto parteciperanno i volontari del Sea (Servizio emergenza anziani), ma ha aderito anche Federfarma con le sue 280 farmacie sparse in città. Il bacino potenziale di Prontofarmaco è di 90.000 utenti. Gli anziani interessati possono semplicemente chiamare il numero verde 800.812068. I volontari sono dotati di tessera di riconoscimento e offrono il servizio solo su richiesta e se il paziente ha la ricetta relativa al farmaco in questione.


La presidente del Sea, Maria Paola Tripoli, dice che Prontofarmaco è "il nostro regalo per i 150 anni dell'Italia": è un'iniziativa che rientra nel progetto "Anziani Piemonte" che comprende anche il potenziamento del servizio di accompagnamento dei malati oncologici, il progetto di accompagnamento di anziani che abitano in zone isolate con pochi servizi, ed il progetto "Benessere", contro la depressione, destinato a promuovere soggiorni di vacanza in località montane o balneari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prontofarmaco, medicine a domicilio per gli over 65 di Torino

TorinoToday è in caricamento