Cronaca Aurora / Corso Principe Oddone

Viale della Spina: ok ai progetti da Porta Susa a corso Principe Oddone

Approvati in giunta alcuni lotti del nuovo boulevard tra corso Vittorio Emanuele e corso Principe Oddone. Ora la parola passa al Ministero per le Infrastrutture

Una trasformazione che si fa attendere da anni, e che dovrà mettere la parola fine ai grandi cantieri che interessano il centro della città di Torino: è il passante di piazza Statuto e di corso Principe Oddone, per il quale la Giunta Comunale ha stamattina dato il via libera ad alcuni lotti del nuovo viale della "spina". Il tratto che sarà interessato è quello tra corso Vittorio Emanuele II e piazza Baldissera, nella zona nord della città.

Un primo passo riguarderà la sistemazione superficiale della copertura delle gallerie ferroviarie tra corso Vittorio Emanuele II e via Grassi: finiti i lavori di Porta Susa, sono previste due nuove carreggiate a tre corsie in direzione di piazza Statuto, con una carreggiata laterale ed una banchina alberata e pista ciclabile. Il costo del progetto è di 4 milioni e 700mila euro.

Una seconda porzione di lavori interesserà l'area tra via Grassi e corso Regina Margherita, completando così corso Inghilterra e togliendo finalmente i cantieri in piazza Statuto, nella quale aprirà il sottopasso, per ora realizzato solo "al grezzo". In questo caso, la spesa prevista sarà di 8 milioni e mezzo di euro.

Ma stamani è stato ancora approvato un terzo lotto di lavori, finalizzato alla costruzione di un nuovo ponte sulla Dora ad un'unica campata in acciaio, di circa 50 metri di lunghezza e 40 di larghezza, che affiancherà il ponte attuale, intitolato al re Alberto del Belgio. Per questo progetto la spesa sarà di 4 milioni di euro.

Per collegare finalmente corso Regina a piazza Baldissera, con un nuovo corso di due carreggiate a tre corsie, dovrà presto essere approvato il progetto che vedrà una spesa di 7.8 milioni di euro, con attraversamenti semaforici in via don Bosco, corso Ciriè e strada del Fortino.

La "palla" ora passa al Ministero per le Infrastrutture, che dovrà mettere a disposizione i finanziamenti previsti e promessi, per un totale di 25 milioni di euro. Ogni lotto prevede circa un anno di lavori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale della Spina: ok ai progetti da Porta Susa a corso Principe Oddone

TorinoToday è in caricamento