Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Taxi service legale fuori dai locali, promozioni in arrivo sulle auto bianche

Tassisti fuori dai locali per informare i cittadini su promozioni e tariffe. Proposta, intanto, una legge regionale per la regolamentazione sull'utilizzo delle piattaforme tecnologiche

Un "taxi service" davanti ai locali per informare cittadini e utenti di fronte alle promozioni elargite dalle auto bianche. Una sorta di "info point urbano", un modo per dire "noi ci siamo". 

L'hanno pensata bene i tassisti di Torino, quelli nell'occhio del ciclone per le polemiche scaturite dal servizio "abusivo" Uber Pop che, però, assicurano, con questi, non sono affatto in concorrenza. "Non lo stiamo facendo contro qualcuno o qualcosa - afferma Federico Rolando, portavoce delle 14 sigle sindacali della categoria tassisti -. Le promozioni le abbiamo sempre fatte, solo che abbiamo cambiato il modo di comunicarle e di informare i cittadini". Sì, perchè di fronte alle app, al web e al galoppare dei servizi "fast" sugli smartphone, bisogna pur correre ai ripari.

Ed ecco che nasce "taxi legale", un servizio svolto dai tassisti "regolari", impegnati volontariamente fuori turno davanti ai locali di Torino, per informare e accompagnare gli utenti sulle promozioni e sulla scelta di un vero e proprio "servizio di trasporto a domicilio". Un'iniziativa già sperimentata in queste settimane di fronte alle discoteche Chalet e Pick Up e che ha dato ottimi risultati. "I ragazzi che uscivano dai locali si sono riferiti subito ai nostri tassisti - continua Rolando -. Li hanno presi come punto di riferimento e ne sono rimasti soddisfatti". Il progetto "taxi service" - deliberato proprio in queste ore dalla categoria - dovrebbe diventare operativo già a partire dal weekend.

Non una protesta, non una concorrenza contro Uber Pop, solo un'innovare i propri servizi e le modalità di intermediazione con gli utenti. Le promozioni elargite dalle auto bianche verranno pianificate a seconda degli eventi che invaderanno Torino in particolare dalla prossima primavera.

Quanto a Uber Pop, una proposta di legge regionale - firmata dal consigliere Marrone dei Fratelli d'Italia - potrebbe presto regolamentare l'utilizzo delle piattaforme tecnologiche, consentendone l'uso solo a chi è in possesso di requisiti e regolare licenza, pena la chiusura del servizio e la segnalazione in Procura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taxi service legale fuori dai locali, promozioni in arrivo sulle auto bianche

TorinoToday è in caricamento