Progetto "Ri-Scarpa", in Centro il M5S punta sulla differenziata

La consigliera Ferrero, con una mozione, chiederà al presidente di aderire al progetto che si pone l'obiettivo di riciclare le scarpe, difficili da smaltire perché composte da diversi materiali

Si parlerà del progetto "Ri-Scarpa" anche in circoscrizione 1: nelle prossime settimane la consigliera Viviana Ferrero di M5S presenterà in Consiglio una mozione in cui si chiede esplicitamente al residente Guerrini di aderire all'iniziativa. Si tratta di un progetto sviluppato dalla cooperativa sociale "Lavoro e Solidarietà" (grazie alla partecipazione di Comune, Provincia, Amiat e Compagnia San Paolo) con l'obiettivo di sollecitare i cittadini alla raccolta differenziata, in particolare finalizzata al riciclo delle scarpe composte di materiali diversificati.

L'adesione al progetto obbligherebbe la circoscrizione a posizionare appositi cassonetti in Centro e in Crocetta, traformando magari l'edificio circoscrizionale in un punto di riferimento per questa raccolta. Il progetto "Ri-Scarpa" mira ad alimentare la cultura del riciclo, ancora non molto sviluppata in alcune zone della città, ma ha anche altre prerogative come offrire opportunità lavorative a persone socialmente deboli o disoccupate per il trasporto e la selezione dei rifiuti. 

La mozione presentata dalla consigliera Ferrero è stata avvallata dagli attivisti del Movimento 5 Stelle. Sull'iniziativa c'è la forte impronta del movimento fondato da Beppe Grillo che infatti ha fra i punti principali la tutela dell'ambiente in tutte le sue forme. Riciclare di più e meglio garantisce meno massa di rifiuti sia nelle discariche che nei termovalorizzatori e la posizione di M5S su questi temi non è un mistero.

Se però il progeto "Ri-Scarpa" entra nei Consigi di circoscrizione è anche per sopperire a una mancanza nel sistema di riciclaggio della città: nel cicuito solidale non si tiene conto di solito delle calzature proprio per la loro variegata composizione di materiali. Entro poche settimane il problema potrebbe essere superato agevolmente; basterà portare il proprio paio di scarpe usate in uno dei cassetti e, dopo essere state igienizzate, contribuiranno alla formazione di chissà quale nuovo manufatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento