rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Cronaca

Parrucchiere morto dopo due mesi di agonia, ora indaga la procura

L'uomo si era sentito male il 24 dicembre e aveva raccontato alla moglie di avere subito, in negozio, un'aggressione a scopo di rapina

La morte di Giovanni Muccino, parrucchiere di 76 anni titolare di un'attività del centro deceduto lo scorso 9 marzo all'ospedale Mauriziano è ora al centro di un'indagine.

La procura di Torino ha aperto un fascicolo, nel quale viene ipotizzato l'omicidio. Secondo l'autopsia effettuata dal medico legale Roberto Testi, incaricato dal pm Roberto Furlan, l'anziano potrebbe essere morto per i postumi di una ferita da corpo contundente alla testa.

Il parrucchiere si era sentito male lo scorso 24 dicembre e aveva raccontato alla moglie di avere subito un'aggressione a scopo di rapina il giorno precedente nel suo negozio.

Da allora era stato ricoverato prima al Mauriziano, poi in una casa di cura e ancora nuovamente al Mauriziano. La polizia scientifica ha effettuato un sopralluogo nel negozio tre giorni fa, senza però trovare tracce.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parrucchiere morto dopo due mesi di agonia, ora indaga la procura

TorinoToday è in caricamento