Cronaca

Tentata truffa alla Regione Piemonte, domani il processo a Vannoni

Domani il processo al fondatore di Stamina, Davide Vannoni. Il suo legale chiederà di portare in aula i pazienti curati con il metodo Stamina

Portare in aula i pazienti curati dal metodo Stamina: sarà questa la richiesta che domani, all’apertura del dibattimento del processo a Davide Vannoni, in tribunale per tentata truffa ai danni della Regione, verrà fatta da Liborio Cataliotti, avvocato che difenderà il fondatore del metodo Stamina e che è diventato famoso per aver difeso la regina delle televendite Vanna Marchi.

Cataliotti spiega di voler portare in aula i pazienti che si sono sottoposti al metodo, e aggiunge di voler chiedere di far acquisire i loro documenti (circa 700 pagine). L’avvocato aggiunge che porterà le prove che Vannoni testò la cura su di sé , nel 2011, e specifica che il fondatore di Stamina non si è arricchito con i soldi della sua fondazione.

L’accusa per Vannoni si riferisce ad un finanziamento di 500mila euro che sarebbe servito per fare ricerca, chiesto per un’altra sua associazione (Medicina Rigenerativa) nel 2007. Per l’accusa Vannoni non avrebbe iscritto la sua associazione nel registro delle Onlus, e non avrebbe dunque avuto i requisiti necessari. Vannoni domani non sarà probabilmente in aula.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentata truffa alla Regione Piemonte, domani il processo a Vannoni

TorinoToday è in caricamento