Cronaca Santena

Decine di messaggi a Marotta per farsi assumere come osservatore della Juventus: finisce a processo

Lui si dice innocente

Un 56enne di Santena è accusato dalla procura di Torino di atti persecutori nei confronti dell'ex direttore generale della Juventus, che ora ricopre la medesima carica nell'Inter, Giuseppe Marotta. Le accuse nei suoi confronti sono di tentata estorsione e molestie e si riferiscono al periodo tra il 2017 e il 2019, quando avrebbe tempestato il dirigente con decine di messaggi allo scopo di costringere la società bianconera ad assumerlo come osservatore.

L'indagine è stata coordinata dal pm Chiara Maina e ora, a ottobre 2021, è arrivata a processo. L’imputato, che si dice innocente, è difeso dall'avvocato Enzo Manzon e deve rispondere anche di un episodio avvenuto nel febbraio 2019, quando si presentò sotto la sede bianconera e iniziò a inveire contro un componente dell'ufficio legale della Juventus minacciando di denunciare la società e di dare risalto mediatico alla vicenda. La Juventus si è costituita parte civile nel processo con avvocati Luigi Chiappero e Maria Turco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decine di messaggi a Marotta per farsi assumere come osservatore della Juventus: finisce a processo

TorinoToday è in caricamento