Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Chiomonte

No Tav, aperto e subito rinviato il processo per gli scontri

L'inizio è previsto per domani in tribunale a Torino davanti al collegio presieduto dal giudice Quinto Bosio ma alcune notifiche agli imputati non sono arrivate nei termini previsti dalla legge.

Sarà con ogni probabilità aperto e rinviato fissando una nuova data il dibattimento per 45 attivisti del movimento No Tav relativamente agli scontri con le forze dell'ordine dell'estate 2011.

L'inizio è previsto per domani in tribunale a Torino davanti al collegio presieduto dal giudice Quinto Bosio.

Alcune notifiche agli imputati, infatti, non sono arrivate nei termini previsti dalla legge. E' possibile che, a questo punto, ai 45 sia unificata la posizione di altri otto attivisti ora in fase preliminare.

A luglio erano stati rinviati a giudizio tutti i 45 attivisti del movimento No Tav, per i quali la Procura di Torino aveva chiesto il processo per gli scontri al cantiere di Chiomonte. Il Gup, Edmondo Pio, ha convocato la prima udienza del dibattimento per il prossimo 21 novembre. Un solo imputato ha patteggiato una condanna a un anno di reclusione con sospensione condizionale della pena. „

Il 6 luglio 2012 per protestare contro il procedimento un centinaio di attivisti del Movimento No Tav aveva occupato via Monfalcone, la strada davanti al Palazzo di Giustizia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Tav, aperto e subito rinviato il processo per gli scontri

TorinoToday è in caricamento