menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Processo ai No Tav, gli imputati lasciano l'aula per protesta

Durante la testimonianza del dirigente Digos, un imputato, assieme ai compagni e al pubblico, hanno lasciato l'aula del processo. In precedenza anche applausi di scherno

Per protesta, gli imputati del maxi processo ai No Tav per gli scontri dell'estate 2011 hanno lasciato l'aula. Una protesta scattata mentre Giuseppe Petonzi, dirigente della Digos, stava testimoniando. Uno degli imputati ha allora chiesto la parola per intervenire e, quando gli è stato impedito dal presidente Quinto Bosio, le sue insistenze gli sono costate l'allontanamento.

All'allontanamento dell'imputato si sono uniti i compagni e anche il pubblico. "Non erano dichiarazioni spontanee - ha replicato Bosio alle osservazioni degli avvocati - ma era la lettura di un comunicato. Avrebbe intralciato l'esame del teste. Non lo permetto". In precedenza durante l'audizione del dirigente Digos Petronzi si erano levati, in una occasione, degli applausi di scherno.

Davanti alla cancellata del carcere delle Vallette, i No Tav hanno a quel punto dato il via ad una piccola manifestazione, irradiando musica ad alto volume con un furgone. Per ora non sono segnalati incidenti o scontri con le forze dell'ordine

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento