rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Morta per un tumore al seno: "Diagnosi colpevolmente tardiva", ginecologa di Torino va a processo

Per i suoi legali non c'è nesso di causa

Una ginecologa torinese è imputata in un processo per omicidio colposo che inizierà oggi, mercoledì 20 ottobre 2021, per la morte di una sua paziente 38enne, avvenuta il 7 gennaio 2019, a causa di un tumore al seno diagnosticato, secondo l'accusa sostenuta dal pm Giovanni Caspani, con colpevole ritardo e omettendo di predisporre accertamenti diagnostici fin dal 2014, quando la vittima le segnalò un dolore e un nodulo sospetto.

Secondo il magistrato, infatti, alla paziente non furono mai prescritte né una mammografia, né una risonanza magnetica, né un ago aspirato nonostante un'ecografia avesse rilevato una fibroadenosi da tenere sotto controllo. La donna stava allattando il primo figlio e successivamente ne diede alla luce un secondo, fatto nascere d'urgenza. Soltanto allora, il 25 luglio 2016, le fu diagnosticato il cancro, ormai al quarto stadio e incurabile.

La paziente presentò un esposto tramite l'avvocato Federico Fontana, che ora assiste i suoi familiari che si sono costituiti parte civile. L'imputata è difesa invece dall'avvocato Gino Obert, che sostiene che sia impossibile dimostrare il nesso di causalità tra il comportamento della sua assistita e il tragico epilogo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morta per un tumore al seno: "Diagnosi colpevolmente tardiva", ginecologa di Torino va a processo

TorinoToday è in caricamento