Crac De Tomaso, rinviato il processo per Rossignolo e altri 7 imputati

Una trentina di ex operai, la Regione Piemonte e Finpiemonte si sono costituiti parte civile

Il processo in tribunale a Torino per il crac De Tomaso avrebbe dovuto aprirsi oggi, ma per un difetto di notifiche è stato rinviato al primo giugno.

Sul banco degli imputati Gianmario Rossignolo, l'ex patron della casa automobilistica fallita nel 2012 dopo aver prodotto solo un prototipo di auto, suo figlio Gianluca e altri 6 ex dirigenti. I manager sono accusati a vario titolo di bancarotta fraudolenta, false fideiussioni e violazione della legge fallimentare.

In aula, tra il pubblico, una trentina di ex operai che si sono costituiti parte civile, così come Finpiemonte, proprietaria dello stabilimento ex Pininfarina di Grugliasco dove avrebbero dovuto essere prodotte le auto e la Regione Piemonte. Tra le parti civili anche il curatore fallimentare Enrico Stasi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Sciopero mezzi pubblici venerdì 24 gennaio: i dettagli

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

Torna su
TorinoToday è in caricamento