Prevenzione per scacciare le prostitute da via De Sanctis

La circoscrizione Tre e l'associazione Tampep insieme per aiutare le lucciole ad uscire ad abbandonare il marciapiede. I residenti chiedono anche un potenziamento dell'impianto d'illuminazione

La prevenzione prima di tutto. Poi l'illuminazione e i controlli. Per arginare il fenomeno della prostituzione lungo via De Sanctis e via Pietro Cossa la circoscrizione Tre starebbe pensando di affidarsi, o meglio riaffidarsi, all'associazione Tampep a cui sarà chiesto di intervenire fisicamente sul territorio di Pozzo Strada nel tentativo di aiutare le ragazze costrette ogni sera a vendere il loro corpo su di un marciapiede. I volontari cercheranno di approcciarsi con le lucciole dell'Est che bazzicano sui marciapiedi del quartiere provando a convincerle ad uscire una volta per tutte dal giro della prostituzione. Ancora una volta per la buona riuscita del progetto saranno indispensabili la collaborazione e il contributo della circoscrizione Tre. “Presto ci ritroveremo con l'associazione per capire come agire” ha dichiarato il coordinatore alla Sanità Carmelo Stalteri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo capitolo, non meno importante, quello dell'illuminazione delle strade. I residenti della zona hanno chiesto un potenziamento dell'impianto, soprattutto agli incroci ormai terra di conquista delle lucciole. “Così non si può continuare a vivere” ha dichiarato una mamma, già scesa in strada in passato per protesta. A farsi portavoce delle istanze sarà il consigliere del Pdl Stefano Bolognesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento