menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basta campi nomadio abusivi, il Tavolo Sociale pronto al presidio

Lunedì prossimo il consiglio comunale si riunirà per affrontare la questione dei campi nomadi abusivi. Intanto i comitati e il Tavolo Sociale fanno sapere che saranno presenti al dibattito

Arrivano di primo mattino con mogli, figli e parenti al seguito. Sistemano le loro roulotte approfittando degli ultimi lembi di terreno lasciati liberi dai loro connazionali. E’ questa la realtà di via Germagnano, una zona diventata totalmente preda dei nomadi. E nell’area occupata abusivamente i nomadi stessi sono diventati tanti, forse troppi. La stessa situazione di lungo Stura Lazio, la baraccopoli costruita sulle sponde dello Stura. Lo sanno bene i cittadini e i commercianti di Barca e Bertolla che nei giorni scorsi si erano riuniti per chiedere al Comune di Torino maggiore sicurezza e per cercare soluzioni al problema delle baracche. Il via vai giornaliero davanti alle vetrine dei negozi, le fontane usate come bagni pubblici e i semafori diventati terra di conquista dei mendicanti le questioni principali sollevate dai residenti.

Polemiche che si ripresentano puntuale due mesi dopo l’insediamento del 118 e degli alpini proprio davanti al campo di lungo Stura. “La situazione è sfuggita di mano alle istituzioni. Vogliamo che siano presi dei provvedimenti – spiega il presidente del Tavolo Sociale Fulvio Tagliabò –. Il Comune non muove un dito per tutelarci. Molti negozi hanno chiuso per colpa dei furti e dei danni subiti e noi, a questo punto, non siamo più disposti a tollerare il comportamento di persone che cercano soltanto di danneggiare le nostre attività”.

Sgombero della baraccopoli e più in generale dei campi irregolari a cavallo tra le circoscrizioni Cinque e Sei, un no assoluto alla realizzazione di nuovi campi abusivi e un progetto di accoglienza e creazione di micro-insediamenti concordato con Provincia e Regione le tre richieste che i comitati torneranno a fare lunedì davanti ad un consiglio comunale che discuterà proprio di campi abusivi e del loro futuro. “A partire dalle ore 15 si terrà un nostro presidio in piazza Palazzo di Città – rincara Tagliabò -. Invitiamo le persone ad essere presenti e a partecipare al nostro presidio davanti al Comune. Abbiamo raccolto 3200 firme e ora vogliamo delle risposte”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento