Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Centro / Piazza Castello

I tassisti non sono soli. Presidio solidale in piazza Castello

Questa mattina alcuni militanti de La Destra e di Gioventù Italiana hanno effettuato un presidio di fronte al Palazzo della Regione Piemonte per protestare contro la liberalizzazione delle licenze dei taxi

Questa mattina alcuni militanti di "La Destra" e di "Gioventù Italiana" hanno fatto un presidio di fronte alla Regione in piazza Castello per protestare contro la liberalizzazione delle licenze dei tassisti, stabilito dal Governo Monti. "Tale provvedimento non favorisce il lavoro né tantomeno la crescita economica - dicono i manifestanti -. Aumentare il numero dei taxi in circolazione toglie una parte di lavoro agli attuali tassisti, facendogli, di fatto, guadagnare meno di adesso".

La protesta per schierarsi a favore dei tassisti ha un perché. "A differenza di altre categorie di lavoratori, i tassisti non difendono privilegi o monopoli ma solamente il diritto a mantenere il loro posto di lavoro. Molti tassisti - hanno motivato ancora - hanno ottenuto la licenza investendo i risparmi di una vita, qualora la licenza venisse liberalizzata essi si ritroverebbero con la licenza svalutata e non potrebbero nemmeno permettersi una buona uscita per
garantirsi una pensione dignitosa in futuro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I tassisti non sono soli. Presidio solidale in piazza Castello

TorinoToday è in caricamento