Cronaca

Quartieri contro il Comune: "Un presidente per ogni circoscrizione"

I presidenti delle 10 circoscrizioni ribadiscono la loro totale contrarietà a che venga nominato un solo direttore per più circoscrizioni. "Si rischia la paralisi per i servizi ai cittadini"

"No all'accorpamento di più circoscrizioni sotto un solo presidente". E' questo quello che chiedono i presidenti delle dieci circoscrizioni di Torino che con un comunicato ribadiscono la loro totale contrarietà ad una decisione del genere. L'appello è stato un atto obbligato vista l’imminenza dell’adozione da parte della Giunta Comunale della delibera di riorganizzazione della struttura amministrativa della Città.

"Questa scelta - dicono - oltre a rappresentare una prevaricazione nei confronti del Consiglio Comunale, ora impegnato nel confronto sulla riforma del decentramento, rischia di portare alla paralisi i servizi ai cittadini curati dalle circoscrizioni, quali ad esempio le anagrafi decentrate, i servizi alle scuole, le manutenzioni del verde e del suolo".

Secondo i presidenti l'accorpamento sarebbe in contrasto con quanto previsto dall’attuale Regolamento del Decentramento, che prevede all’articolo 59 l’assegnazione in  esclusiva di un dirigente a ogni circoscrizione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartieri contro il Comune: "Un presidente per ogni circoscrizione"

TorinoToday è in caricamento