rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Carignano

“Sarà trovato con un colpo alla nuca”. Minacciato Marco Cossolo, il farmacista torinese presidente di Federfarma

Preso di mira per la questione tamponi in farmacia

“Il presidente di Federfarma che prende in giro quelli che stanno arricchendo le farmacie italiane con i tamponi, sarà trovato in un viottolo di campagna con un colpo alla nuca”. Questo il post pubblicato mercoledì 20 ottobre su twitter (e ancora online) da un uomo che rivolge la minaccia a Marco Cossolo, farmacista torinese di Carignano ed ex sindaco della cittadina, ora presidente di Federfarma, la Federazione nazionale che rappresenta oltre 18.000 farmacie private convenzionate con il Servizio sanitario nazionale.

 Giovedì 21 ottobre Federfarma ha subito detto di avere predisposto gli atti per la presentazione di denuncia alle autorità competenti aggiungendo: “Federfarma, ribadendo la propria solidarietà al Presidente e la posizione di totale sostegno alla campagna di vaccinazione anti-Covid come principale strumento per uscire dalla pandemia, conferma ancora una volta che questa è la strada da seguire. La Federazione proseguirà, quindi, nell’opera di invito ai cittadini non vaccinati di recarsi in farmacia per tale scopo”.

Posizione ribadita il giorno dopo dallo stesso Cossolo: "Le farmacie si sono confrontate con la struttura commissariale dando ampia disponibilità nel restare aperte anche e solo per effettuare i tamponi al di fuori degli orari della normale attività quotidiana. Andiamo avanti e ci organizziamo e rispetto ai primi di agosto le farmacie che aderiscono al Protocollo sui tamponi a prezzo calmierato sono aumentate del 30-40%. Siamo ormai vicini a quota 12.000. Io spero che ci siano sempre più cittadini che entrano in farmacia per vaccinarsi e sempre meno per eseguire un tampone".

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Sarà trovato con un colpo alla nuca”. Minacciato Marco Cossolo, il farmacista torinese presidente di Federfarma

TorinoToday è in caricamento