Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Santena

Furti seriali di rame in ditta dismessa, 13 arresti: è caccia a capi di oro rosso

Solo negli ultimi 40 giorni i militari hanno arrestato 29 ladri di oro rosso. Il sospetto è che ci siano dei "colletti bianchi" che gestiscono poi il traffico del rame rubato

Stavano tentano di appropriarsi di oltre 700 chili di cavi di rame all'interno di una ditta dismessa di Santena, ma sono stati sorpresi dai carabinieri della Compagnia di Chieri.

Gli otto ladri, sette romeni ed un italiano, di età compresa fra 19 ed i 52 anni, erano organizzati in due squadre e ogni team aveva il suo furgone. L'italiano arrestato, residente a Santena, è stato ritenuto il basista dei ladri di rame che da mesi stanno smantellano la ditta “Ages” di Santena, dismessa da tempo, con raid quotidiani. Qualche giorno fa, i carabinieri di Chieri hanno arrestato, inoltre, altri cinque romeni che rubavano rame nella medesima ditta, anche loro organizzati in squadre d’intervento.

Una febbre pericolosa quella dell'oro rosso, che sta mietendo sempre più vittime. I furti avvengono soprattutto nelle fabbriche dismesse e cabine elettriche, senza disdegnare le grondaie di scuole o perfino la pista di bob di Cesana. Dall'inizio dell'anno i carabinieri hanno arrestato 56 predoni di oro rosso mentre nell'arco del 2013 erano stati in totale 61 gli arresti per furto di rame. Si ritiene che tutti i fermati facciano parte di un’organizzazione criminale specializzata nel furto, export (Italia e all’estero) e riciclaggio del rame.

Sono in corso attività investigative finalizzate a individuare i “colletti bianchi” del traffico di oro rosso, capi insospettabili che organizzano e gestiscono l'ingente traffico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti seriali di rame in ditta dismessa, 13 arresti: è caccia a capi di oro rosso

TorinoToday è in caricamento