Cronaca

30° Salone del Libro, gli organizzatori: "Sarà il simbolo della città che alza la testa"

All'edizione del 2017 collaboreranno i volontari delle Olimpiadi e della Sindone

La presentazione dell'evento a Palazzo Madama

"Il Salone del libro 2017 sarà il simbolo di Torino che alza la testa". Ecco come Mario Montalcini, presidente della Fondazione per il Libro Mario Montalcini, ha introdotto la presentazione della trentesima edizione della manifestazione - alla quale erano presenti centinaia di persone -, in programma al Lingotto dal 18 al 22 maggio.

Seduti al tavolo anche il presidente della Regione Sergio Chiamparino, la sindaca Chiara Appendino, il direttore Nicola Lagioia e il presidente in pectore Massimo Bray. "Questa trentesima edizione - ha detto Montalcini - vuole essere un salone dell'accoglienza e della narrazione, attraverso temi e iniziative internazionali, un'opportunità di incontro nei mestieri che ruotano attorno al libro: un'occasione per i lettori di entrare al Salone sentendosi immersivamente coinvolti". 

In questa edizione del Salone - in cui si parlerà di come cambia il mondo, di libri per ragazzi, ma anche di scienza, economia, arte e fotografia - saranno coinvolti, per la prima volta, i volontari delle Olimpiadi di Torino 2006 e quelli della Sindone, considerati un po' l'anima e il cuore dei grandi eventi. Tanti gli editori presenti, italiani e stranieri, e nella squadra organizzativa non mancheranno grandi nomi: Giuseppe Culicchia, Fabio Geda, Andrea Bajani e Valeria Parrella.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

30° Salone del Libro, gli organizzatori: "Sarà il simbolo della città che alza la testa"

TorinoToday è in caricamento