Cronaca

Il prefetto ai No Tav: "Manifestare va bene, ma nei dovuti modi"

Paola Basilone ha parlato dell'argomento Tav a pochi mesi dal suo insediamento in Prefettura. "La realizzazione è in fase avanzata e sospenderla significherebbe non dare corso ad accordi presi a livello governativo, oltre che a livello territoriale"

Paola Basilone è da pochi mesi prefetto di Torino. Tra i vari casi di cui si sta occupando ce n'è uno che da anni tiene banco in Prefettura, ed è la Tav e riguarda in particolare le misure di sicurezza da prendere intorno al cantiere di Chiomonte e in occasione delle manifestazioni e proteste degli attivisti contrari alla costruzione della linea ad alta velocità che collegherà Torino con Lione.

Sull'argomento il prefetto è tornato quest'oggi a margine di un incontro alla Camera di Commercio. "Non ho nulla da dire sulle manifestazioni contro la Tav purché avvengano nei dovuti modi - ha detto Basilone -. Non sta a me decidere o dare giustificazioni su un accordo che risale a molto tempo fa. Rilevo solo che ora si è arrivati a un punto di realizzazione dell'opera tale che, aldilà della sua utilità che non sta a me giudicare, l'eventuale sospensione comporterebbe problemi. La realizzazione è in fase avanzata - ha concluso - e sospenderla significherebbe non dare corso ad accordi presi a livello governativo, oltre che a livello territoriale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prefetto ai No Tav: "Manifestare va bene, ma nei dovuti modi"

TorinoToday è in caricamento