Cronaca San Salvario / Via Madama Cristina

A novembre arriva il postino telematico, la bolletta si pagherà al mercato

I mercati di corso Taranto e piazza Madama Cristina ospiteranno il progetto di Poste Italiane in via del tutto sperimentale. Ai portalettere saranno affidati i free duck

Migliorare la qualità della vita e la possibilità di accesso ai servizi. Obiettivi di Poste Italiane che dal prossimo 4 novembre farà partire, in via del tutto sperimentale, il progetto dell’ufficio postale itinerante. Dove trovarlo? Molto semplice. Due i mercati che parteciperanno all’iniziativa. Quello di corso Taranto, al Regio Parco, e quello di piazza Madama Cristina, a San Salvario. In corso Taranto il portalettere si presenterà martedì, giovedì e sabato dalle ore 10 alle ore 12, in piazza Madama Cristina gli altri tre giorni. Esclusa la domenica.

Grazie a palmare e pos - con tecnologia Gps, lettore di codice bidimensionale e stampante mobile - il postino telematico potrà infatti offrire ai clienti la possibilità di eseguire le principali operazioni postali come i pagamenti di qualsiasi tipologia di bollettino, premarcato o bianco, le spedizioni in contrassegno e l’accettazione di raccomandate.  Un’opportunità aggiuntiva messa a disposizione sia degli ambulanti che dei loro clienti, che potranno effettuare i pagamenti utilizzando le più comuni carte di pagamento. Il postino telematico è un servizio a domicilio già operante in città: la raccomandata o il pagamento di bollettini a domicilio possono essere richiesti chiamando il numero verde di Poste Italiane 803.160 o tramite il sito www.poste.it.

I portalettere si muoveranno a bordo di quadricicli leggeri detti free Duck. Attualmente in città oltre a una sessantina di Free Duck sono in uso anche 41 biciclette e 6 veicoli alimentati a metano. “La progressiva introduzione di mezzi ecocompatibili, ha consentito nel corso dell’anno di abbattere di oltre 11,3 tonnellate le emissioni di Co2 dei mezzi impegnati nel recapito” ha dichiarato l’assessore al Verde Enzo Lavolta che ha presentato il progetto insieme alla responsabile dell’Area Logistica Territoriale Nord Ovest Alessandra Moitre

Il mezzo, in linea con le indicazioni europee in fatto di abbattimento dei costi energetici, si inserisce nel più ampio programma “Green Post”, coordinato da Poste Italiane e finanziato dall’Ue, nel quadro del progetto “Intelligent Energy for Europe” che ha consentito di creare una flotta di mezzi elettrici giunta oggi ad oltre mille unità a livello nazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A novembre arriva il postino telematico, la bolletta si pagherà al mercato

TorinoToday è in caricamento