Cronaca

Da novembre nei mercati cittadini arriva il postino telematico

Grazie a palmare e pos i cittadini potranno effettuare anche al mercato operazioni postali come i pagamenti di bollettini, premarcati o bianchi, le spedizioni in contrassegno e l'accettazione di raccomandate

Dal 4 novembre a Torino parte una nuova sperimentazione da parte di Poste Italiane. Nei mercati cittadini di via Madama Cristina e di corso Taranto arriva il postino telematico: grazie a palmare e pos, i cittadini potranno effettuare anche al mercato operazioni postali come i pagamenti di bollettini, premarcati o bianchi, le spedizioni in contrassegno e l'accettazione di raccomandate.

Il progetto è stato presentato dalla responsabile dell'Area Logistica Territoriale Nord Ovest, Alessandra Moitre, all'assessore all'Ambiente del Comune di Torino, Enzo Lavolta. La sperimentazione sarà il lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 10 alle 12 in via Madama Cristina, stesso orario ma il martedì, giovedì e sabato in corso Taranto.

Poste Italiane sul territorio torinese sta per immettere una nuova flotta di quadricicli leggeri elettrici Free Duck (oggi sono in uso, oltre a una sessantina di Free Duck, anche 41 biciclette e 6 veicoli alimentati a metano). La progressiva introduzione di mezzi ecocompatibili, ha consentito nel corso dell'anno di abbattere di oltre 11,3 tonnellate le emissioni di Co2 dei mezzi impegnati nel recapito della corrispondenza nelle vie del centro urbano.

"L'impegno di Poste Italiane - ha detto Alessandra Moitre a proposito dell'ecosostenibilità - va nella direzione di contribuire al miglioramento della qualità della vita, assumendo un comportamento socialmente responsabile, migliorando il mix qualitativo della flotta di mezzi aziendali per il recapito con l'introduzione di modelli che applicano a bordo le soluzioni più innovative in materia di sicurezza, riduzione dei consumi e contenimento delle emissioni".

"L'azione di rinnovamento dei mezzi di Poste Italiane - ha sottolineato Enzo Lavolta, assessore all'Innovazione e all'Ambiente della Città di Torino e presidente della Fondazione Torino Smart City - porta un contributo alla riduzione delle emissioni, a favore dei cittadini e dell'ambiente urbano. Questa azione di 'trasporto pulito', insieme ai servizi telematici a domicilio si inseriscono a pieno titolo nel processo Smart City, portando un contributo concreto e tangibile al processo di rinnovamento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da novembre nei mercati cittadini arriva il postino telematico

TorinoToday è in caricamento