Uffici danneggiati e costi troppo alti: in via Claviere addio alle Poste

Le 600 firme raccolte dai cittadini del quartiere Pozzo Strada non hanno convinto le Poste a fare marcia indietro. Inutili anche i tentativi della circoscrizione Tre

L’ufficio postale di via Claviere darà addio a Pozzo Strada. I danni ingenti causati un anno fa da una rapina hanno costretto Poste Italiane a fare marcia indietro.

“Niente più servizio nel quartiere”. Buona parte dell’edificio, infatti, risulta ancora ko, danneggiata dall’esplosione. I ladri che avevano agito con il favore dell’oscurità erano persino riusciti a far saltare in aria il bancomat e una vetrina. Non certo un colpo da poco. E i segni dell’effrazione continuano ad essere ben visibili, a cominciare dai danni procurati dal tentativo di sfondamento del muro.

A nulla sono valsi i tentativi dei cittadini di far cambiare idea all’amministrazione. Nemmeno le 600 firme raccolte per protesta hanno prodotto il benché minimo risultato.

“Ci è stata negata anche l’opportunità di partecipare al diritto di tribuna – ha raccontato Luigi Secci, primo firmatario della petizione -. Avevamo chiesto due impiegati e la riapertura del servizio. Ma nessuno ci ha risposto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In favore del quartiere si era mossa anche la circoscrizione. “Il vicesindaco ha incontrato i rappresentanti del quartiere provando in seconda battuta a far cambiare idea alle Poste. Purtroppo nessuno dei nostri tentativi è andato a buon fine” ha riassunto il presidente della Tre Daniele Valle. Ai cittadini toccherà scegliere tra via Adamello e via Marsigli 22 per poter sbrigare le quotidiane pratiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  • Torna l'ora solare, lancette indietro di 60 minuti: quando e perché si dormirà di più

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento