Cronaca Vanchiglia

Nelle case Atc arriva il portinaio sociale, affiancherà le famiglie più fragili

Il progetto pilota al via a settembre in zona Vanchiglia, due le persone incaricate

Un progetto nuovo, destinato ad aiutare le persone in difficoltà. Nelle case popolari sta per arrivare il progetto “Portinaio sociale”. Due le persone che si metteranno a disposizione dei più fragili, affiancando alle normali mansioni di portineria di condominio un aiuto concreto per chi si trova in difficoltà, favorendo i rapporti di buon vicinato, l’integrazione, il rispetto delle regole.

L’appartamento che li ospiterà, nel complesso Ex Italgas tra corso Farini e via Faa di Bruno è già pronto.  E i due “portinai” vi prenderanno posto nei prossimi giorni, dopo il primo incontro con gli abitanti e aver sbrigato le ultime formalità.

Il primo “portierato sociale” nelle case amministrate da Atc sarà affidato alla cooperativa Zenith, che a Torino lavora nel campo sociale con pazienti psichiatrici, disabili, comunità alloggio e mamme in difficoltà ed è stata scelta dall’Agenzia attraverso un bando pubblico che si è chiuso lo scorso mese di luglio.

“Abbiamo pensato di attivare gruppi di acquisto solidali, così gli anziani potranno avere prodotti genuini a buon prezzo anche a domicilio - spiega la presidente di Zenith, Maria Piera Mondo -. La portineria avrà una postazione internet, dove potremo aiutare chi è in difficoltà con le nuove tecnologie a usare i servizi on-line oppure dare una mano a chi cerca lavoro e vuole preparare un curriculum. Organizzeremo momenti di festa e socializzazione per tutti e attività di doposcuola per i bambini. E per i piccoli lavoretti di manutenzione abbiamo pensato di attivare dei voucher, in modo che anche chi vive nello stabile e magari è disoccupato possa occuparsene, in cambio di un rimborso spese”.

Un progetto che si attiverà in via sperimentale, come spiega il presidente Atc Marcello Mazzù. “Per rispondere alla richiesta del Comitato Inquilini dello stabile, dove in passato era già attiva una portineria. Ma come “padroni di casa sociali” l’esperimento ci interessa molto e potremmo pensare di esportarlo in altri quartieri”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nelle case Atc arriva il portinaio sociale, affiancherà le famiglie più fragili

TorinoToday è in caricamento