Chiama i genitori e minaccia di suicidarsi: rintracciato e salvato   

Individuato in stazione

L'uomo era all'interno della stazione (Immagine di repertorio)

Turbato per la possibile perdita del posto di lavoro, ha chiamato i genitori e riferito loro di voler comprare un coltello per farla finita. L’uomo che soffre di depressione è stato rintracciato dal personale della Polizia Ferroviaria di Torino Porta Nuova, su indicazione dei Carabinieri della Stazione di Nichelino che hanno prontamente raccolto la segnalazione degli anziani genitori.

È accaduto lunedì 14 ottobre. L’uomo, un 50enne in forte stato di agitazione, è stato individuato dagli agenti della Polfer all’interno dei locali del McDonald's. Gli operatori sono riusciti a instaurare un dialogo con l’uomo, a riportarlo alla calma e a convincerlo a farsi seguire nei Uffici di Polizia dove si è nuovamente innervosito. Successivamente è stato preso in cura dal personale medico del 118 e trasportato in ospedale per accertamenti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

  • Scontro fra tre veicoli, uno travolge un ciclista: muore sotto gli occhi della moglie

Torna su
TorinoToday è in caricamento