A Grugliasco sorgerà la nuova cittadella scientifica universitaria

A finanziare il progetto da 250 milioni di euro, l'Università e il Miur

Il progetto del polo universitario di Grugliasco

Sorgerà a Grugliasco il nuovo polo scientifico universitario. Dopo 20 anni di attesa è stato infatti siglato da Università, Regione e Comune di Grugliasco l'accordo di programma per la realizzazione del nuovo campus, da 121mila metri quadrati, accanto ad Agraria e Veterinaria. 

Il nuovo polo, il cui progetto fa gola ai più moderni campus in stile anglosassone, ospiterà i dipartimenti di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali e per la sua costruzione saranno necessari 250 milioni di euro provenienti dall'Università e dal Ministero dell'istruzione.

 La prima fase, per la quale verranno impiegati 47 milioni, vedrà la realizzazione degli spazi destinati a Chimica e Scienze della terra che si trasferiranno a Grugliasco da via Pietro Giuria, entro il 2021. Si comincerà con l'espropriazione dei terreni e successivamente si procederà con le gare per la progettazione definitiva ed esecutiva.

Dopodiché, nel 2019, verrà indetta la gara d'appalto per i lavori del primo lotto che dureranno circa 2 anni.  "Con questo progetto - ha osservato il presidente della Regione Sergio Chiamparino - si delinea un terzo polo della nuova università, non solo luogo in cui si studia ma di ricerca e con potenzialità attrattive per il territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento