Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Il 2014 della Polizia ferroviaria: furti, intercettazioni e 91 arresti

Nel corso del 2014, il Compartimento Polizia Ferroviaria ha svolto la propria attività di controllo all’interno delle stazioni e sui convogli per garantire la sicurezza dei viaggiatori

Oltre 80 mila controlli nel corso del 2014 che hanno portato a 91 arresti in flagranza di reato e a 920 denunce in stato di libertà: questi alcuni dei numeri dell’ultimo anno della Polizia ferroviaria del Piemonte e Valle d’Aosta. Dati possibili grazie all’impiego di 13.554 pattuglie in stazione e 5.538 a bordo treno, ai 1.222 servizi antiborseggio e alla scorta di quasi 15 mila convogli

L’attività di contrasto ai furti di rame, che in ambito ferroviario spesso hanno come conseguenza ritardi alla circolazione dei treni con consistenti disagi per i viaggiatori, si è tradotta in 196 controlli ai centri di raccolta e recupero metalli, in 1.896 servizi di pattugliamento delle linee ferroviarie. Tale articolato dispositivo ha consentito il recupero di 21.410 chilogrammi. del cosiddetto “oro rosso” di provenienza furtiva e la sottoposizione ad indagini preliminari di 34 persone per reati ambientali.

Gli ultimi 12 mesi sono serviti agli agenti anche a rintracciare 52 minori e avviare alcune iniziative di educazione alla legalità allo scopo di sviluppare nei ragazzi la cultura della sicurezza in ambito ferroviario, propria ed altrui, al fine di contribuire alla riduzione degli eventi incidentali che vedono coinvolti in particolar modo i più giovani. Da qui parte la campagna “train… to be cool”, grazie alla quale gli operatori della Polfer hanno incontrato gli studenti delle scuole medie e superiori, e le campagne “Non calpestiamo la riga gialla. Restiamo in campo” (in collaborazione con l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e della Federazione Italiana Pallacanestro) e “Per andare avanti fai un passo indietro” (in collaborazione con l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e della Federazione Italiana Rugby), rivolte ai più piccoli, che hanno visto la realizzazione di feste durante le quali i bambini attraverso i giochi hanno imparato alcune regole semplici per la propria incolumità in stazione e sui treni.

Inoltre l’estate 2014 è stata caratterizzata dalla campagna “Stai attento! Fai la differenza”, realizzata in collaborazione con le Ferrovie dello Stato, per richiamare l’attenzione dell’utenza ferroviaria sui comportamenti che maggiormente risultano esposti al pericolo di furti e truffe.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 2014 della Polizia ferroviaria: furti, intercettazioni e 91 arresti

TorinoToday è in caricamento