menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'anello da pattinaggio ritorna a Vanchiglia: sabato l'inaugurazione

L'assessore allo Sport della Città di Torino e la circoscrizione Sette terranno a battesimo l'opera che doveva essere inaugurata addirittura due anni fa

L’inaugurazione della pista da pattinaggio del parco della Colletta si terrà sabato pomeriggio alle ore 15 alla presenza delle autorità istituzionali del Comune di Torino e della circoscrizione Sette.

Dopo sette anni di disagi, cantieri e problemi l’anello “maledetto” di via Sibilla Aleramo 24 riaprirà i battenti e a celebrare l’evento e il consueto taglio del nastro ci sarà l’assessore allo Sport Stefano Gallo che farà le veci della Città. Oltre all’assessore saranno presenti anche il presidente della circoscrizione Sette Emanuele Durante, il coordinatore della Quinta commissione Luca Deri e il coordinatore della sottocommissione Sport Enrico Pomero. “Siamo felici che questo progetto sia arrivato alla sua fase finale – dichiarano Deri e Pomero -. Ci sono voluti anni di lavori ma finalmente possiamo riconsegnare il rotelliere ai suoi legittimi proprietari, i frequentatori del parco Colletta”.

Per la federazione italiana Hockey e Pattinaggio parteciperanno il vicepresidente nazionale vicario Fihp Piero Sozzi, il presidente regionale Angelo D'Angelo e il presidente provinciale Alberto Lomuscio. “Anche Vanchiglia può festeggiare un altro pezzo di riqualificazione – ha dichiarato il presidente Durante -. D’ora in poi vigileremo perché la pista venga utilizzata soltanto dagli amanti dei pattini a rotelle”. 

Una notizia quasi inaspettata considerando che i lavori avrebbero dovuto concludersi due anni fa. L’anello esterno, oggi, è funzionante. Gli operai stanno limando gli ultimi dettagli. I lavori di ristrutturazione lo hanno ristrutturato e reso in grado di rispondere alle richieste del regolamento della federazione italiana pattinaggio.

Nuova è anche la pavimentazione che nel corso degli ultimi anni si era deteriorata a vista d’occhio evidenziando non pochi problemi, su tutti la formazione di bolle in grado di mettere a rischio la sicurezza dei pattinatori. Modificate anche le balaustre con sostituzione dei pannelli in lamiera zincata con lastre in plexiglas. Riprogettate anche le curve che da paraboliche sono diventate lineari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento