Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Centro / Via dell'Arcivescovado

Commercianti contro la ciclabile di via Arcivescovado: "Non serve, va eliminata"

I commercianti di via XX Settembre hanno depositato una raccolta firme contro la pista ciclabile di via Arcivescovado: "Porta via parcheggio, e non si collega con nessun altro tracciato cittadino"

La pista ciclabile, e poi il nulla. I commercianti di via XX Settembre hanno dichiarato guerra al tracciato per le bici che percorre via Arcivescovado. Una pista di circa un chilometro, che inizia in piazza Solferino e finisce in via Cavour. E poi basta. Un chilometro di corsia riservata alle due ruote che non si collega con nessun'altra pista del centro, risultando, quindi, di scarsissimo utilizzo da parte dei ciclisti.

“La pista è quasi sempre deserta – lamenta Luigi Ventura, presidente dell’associazione commercianti di via XX Settembre – d’altronde, che senso ha un tracciato che nasce e finisce in centro? Le piste andrebbero pensate per attraversare la città, partendo dalle periferie e giungendo nel cuore di Torino; altrimenti, risultano inutili, come in questo caso”.

I commercianti hanno depositato una raccolta firme contro la pista, “rea” anche di portare via un ingente numero di posti auto: per creare una corsia privilegiata per le due ruote, infatti, è stato necessario vietare la sosta su tutto il lato sud di via Arcivescovado. “Questa zona del centro non è scarsamente turistica – commenta ancora Ventura – e siamo purtroppo vittime di un fenomeno di desertificazione: questa è un’area di poco passaggio, sfortunata anche perché i mezzi pubblici la evitano, fermando qualche centinaio di metri più avanti”. I commercianti, infatti, si lamentano da tempo della cattiva ubicazione della fermata dei bus, situata troppo oltre le loro vetrine. Una situazione che lascia, di fatto, l’intero isolato privo di grande transito di persone. “Almeno, se non ci fosse la pista, potremmo avere più parcheggi: sarebbe utile per tutti noi, perché permetterebbero un maggiore afflusso di clienti”.

“Non siamo contrari alle piste ciclabili – tiene a sottolineare il presidente dell’associazione commercianti XX di via Settembre – ma vorremmo che fossero pensate e realizzate secondo un criterio logico. Per questo ci siamo rivolti alla Circoscrizione, perché il nostro problema venga preso in considerazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercianti contro la ciclabile di via Arcivescovado: "Non serve, va eliminata"

TorinoToday è in caricamento