"La pista ciclabile Torino-Venezia si farà". Parola del ministro Delrio

Tra gli obiettivi principali del progetto, abbattere l'inquinamento, ridurre il traffico e favorire il turismo. "Realizzarla costerà meno di tre km di autostrada"

Se fino a qualche tempo fa l'idea di una ciclopista che collega Torino a Venezia, poteva sembrare una semplice "boutade", oggi il panorama politico potrebbe addirittura favorirla. Andare in bici dalla Mole Antonelliana alla laguna veneta forse non resterà solo un sogno: favorire la "mobilità dolce" in Italia, con un progetto che unirà da est a ovest il paese, è infatti uno degli obiettivi principali del ministro alle Infrastrutture Graziano Delrio.

Qualche settimana fa, per la prima volta, il progetto è arrivato nelle stanze e nei corridoi del Parlamento. E tutto sembrerebbe agevolarlo. E' ufficiale infatti l'alleanza Pd-M5S-Sel in Parlamento a favore delle due ruote e della mobilità sostenibile: sette le proposte di legge pro-bicicletta presentate dall'inizio della legislatura; sei alla Camera, dove da poco hanno iniziato il loro iter in commissione Trasporti, e una a Palazzo Madama.

Tra gli obiettivi principali, abbattere l'inquinamento, ridurre il traffico e favorire il turismo. E il Parlamento ha un alleato sicuro nel governo: Delrio è un fan delle due ruote e solo poco tempo fa, in un'audizione alla commissione Lavori pubblici del Senato, ha annunciato che la ciclabile Venezia-Torino si farà.

Si tratta di 679 chilometri che collegano la città lagunare al capoluogo piemontese, tagliando in due il settentrione, con passaggio a Verona e Milano e costeggiando gli argini del Po.

L'ipotesi nasce nell’alveo del piano europeo chiamato EuroVelo che intende collegare tutta Europa lungo 15 percorsi tra le maggiori aree metropolitane. Il progetto che riguarda il collegamento di Torino e Venezia si chiama Ven-To, è ad impatto ambientale zero ed è già stato realizzato dal Politecnico di Milano. 
La pista ciclabile in questione costerebbe meno di tre chilometri di autostrada e porterebbe un indotto economico di 150 milioni l'anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento