Secondo piromane bloccato in pochi giorni: aveva incendiato i cassonetti dei rifiuti

Acciuffato subito dopo

immagine di repertorio

Un 59enne italiano di Rivoli, già sottoposto a sorveglianza speciale, è stato arrestato dai carabinieri la sera di sabato 29 febbraio 2020 in viale Partigiani d'Italia, non distante da casa sua.

Aveva appiccato il fuoco a diversi cassonetti dei rifiuti. È stato sorpreso da una squadra dei vigili del fuoco intervenuti su un primo incendio mentre stava facendo la stessa cosa con altri. Poi sono intervenuti i militari dell'Arma, che nel frattempo erano stati chiamati da alcuni testimoni, e lo hanno arrestato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta del secondo piromane arrestato a Rivoli in pochi giorni: la settiomana scorsa, infatti, un 20enne era stato arrestato nella zona di Cascine Vica dopo avere dato fuoco ad alcune auto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • La denuncia: "Aggredito dal vigilante del supermercato perché mi sono abbassato la mascherina"

  • Cammina sulle auto parcheggiate, poi si lancia su una e le sfonda il parabrezza: arrestato

  • Moto cade in tangenziale: centauro grave in ospedale

  • Elezioni 2020, in 23 comuni del Torinese i cittadini sceglieranno il sindaco e il consiglio comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento