rotate-mobile
Cronaca Rebaudengo / Piazza Derna

Piromane seriale delle auto del car-sharing: per il giudice deve stare in clinica psichiatrica

Incapace di intendere per i medici

Assolto perché incapace di intendere, ma inviato per due anni in una residenza psichiatrica, il piromane delle auto del car-sharing BlueCar di piazza Derna, che era stato arrestato dai carabinieri nel marzo 2017.

L'infermità mentale è stata riconosciuta lo scorso 26 gennaio 2018 all'imputato, un ivoriano di 48 anni, dal giudice Cristiano Trevisan al termine del processo svoltosi con rito abbreviato.

La consulenza psichiatrica disposta su di lui dal pm Valentina Sellaroli, che ha rappresentato l'accusa, non lascia alcun dubbio: l'uomo è ritenuto "sofferente di manie di persecuzione" e spesso "delirante".

Nel corso di una delle ultime udienze lui ha promesso che incendierà ancora: "Il mio compito non è finito", ha detto dal banco degli imputati. Forse anche per questo il giudice ha stabilito il ricovero coatto in una struttura che gli possa consentire il pieno recupero delle facoltà mentali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piromane seriale delle auto del car-sharing: per il giudice deve stare in clinica psichiatrica

TorinoToday è in caricamento