Cronaca

Pirateria digitale, sequestrati siti web che diffondono illegalmente copie di giornali

Tra le città coinvolte c'è anche Torino. L’operazione è stata eseguita dalla guardia di finanza

Nuovo colpo alla pirateria digitale messo a segno dalla guardia di finanza. Nell’ambito di un’attività volta a contrastare la diffusione illecita di contenuti editoriali, sono state eseguite perquisizioni e sequestri di materiali informatici nei confronti di soggetti italiani residenti nelle province di Torino, Napoli, Carbonia-Iglesias, Brescia, Roma e Frosinone.

Durante i blitz gli operatori hanno sottoposto a sequestro preventivo 10 siti web allocati su tutto il territorio nazionale, oltre ad aver oscurato altri 5 siti operanti all’estero.

L’operazione, denominata “Fenice”, è stata possibile mediante l’individuazione del percorso che permette ai pirati del web di acquisire ed offrire prodotti editoriali agli utenti.

Grazie a questo metodo sono stati identificati cinque soggetti, ritenuti responsabili della diffusione illegale di contenuti editoriali tutelati, acquisiti originariamente attraverso regolari abbonamenti ai canali di diffusione digitale delle testate. Soperti anche i soggetti che rendevano disponibili i quotidiani.

Contestualmente, è stata operata un’opera di sensibilizzazione delle diverse testate stampa sull'importanza, in primo luogo, di monitorare il percorso delle copie elettroniche di quei quotidiani diffusi attraverso i canali telematici e, in secondo luogo, di stimolare la creazione di strumenti idonei a raggiungere tale fine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pirateria digitale, sequestrati siti web che diffondono illegalmente copie di giornali

TorinoToday è in caricamento