menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Scatta la multa al padrone, non ha “raccolto” la deiezione liquida del cane

E’ scattato il pugno di ferro ad Ozegna dove il sindaco Sergio Bartoli, insieme agli agenti della polizia municipale, ha deciso di far rispettare l’ordinanza del 2012 che obbliga i padroni dei cani a pulire eventuali deiezioni lasciate in strada, comprese quelle “liquide”.

Lo scrive La Stampa in un articolo nell’edizione odierna. Nel centro storico l’altra mattina è stata eseguita la prima multa, 50 euro la sanzione. I civich hanno fermato un 42enne proprio a pochi metri dal municipio. Si legge, nel verbale, come riporta La Stampa: “Pur avendo con sé strumenti idonei, non provvedeva all’immediata pulizia dopo che il cane, un meticcio di taglia media, aveva urinato sul muro di una casa”.

Una questione di igiene pubblica e senso civico, oltre che di decoro, sostiene il sindaco Bartoli che ora è deciso a far rispettare l’ordinanza ed ha fatto stampare una serie di manifesti che verranno affissi in paese e pubblicati sui social. I padroni sono avvisati ed è meglio che si attrezzino non solo con palette e sacchetti, ma anche fazzoletti e bottigliette d’acqua. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento