Cronaca

"Le slot machine sono una piaga", Fassino testimonial de Le Iene

Il primo cittadino torinese ha partecipato ad uno spot della trasmissione di Italia 1 contro il gioco d'azzardo. "Tante persone rischiano di rovinarsi"

Girando per la città se ne ha la prova. Le sale slot sono sempre più frequenti tra le vie di Torino e non solo. Dove prima c'era un panettiere oggi si gioca con le macchinette elettroniche, dove c'era il piccolo negozietto ora c'è una porta chiusa tutta colorata con la scritta enorme "slot".

Per arrestare questo fenomeno negativo che crea dipendenza a molte persone, le quali passano anche intere giornate attaccate alle macchinette spendendo tanti soldi, la trasmissione di Italia 1 "Le Iene" ha realizzato lo spot "Basta con le slot machine" coinvolgendo i sindaci di sette città italiane, tra cui quello del capoluogo piemontese, Piero Fassino. "E' una piaga che rischia di rovinare tantissime persone - ha evidenziato il primo cittadino -. Una volta ci si rovinava al casino, oggi il casino è alla portata di tutti sotto casa".

LO SPOT: GUARDA IL FILMATO

Nello spot andato in onda durante l'ultima puntata de "Le Iene" i sindaci provocatoriamente hanno messo in gioco un monumento della propria città, facendo capire che per il gioco non si può rinunciare alle cose importanti della vita. Fassino ha menzionato la Mole Antonelliana, dicendo in camera: "Cosa succederebbe se mi giocassi la Mole?"

Gli altri sindaci che hanno partecipato allo spot sono Michele Emiliano (Bari), Federico Pizzarotti (Parma), Flavio Tosi (Verona), Giuliano Pisapia (Milano), Luigi De Magistris (Napoli) e Leoluca Orlando (Palermo). Lo spot è stato messo a disposizione di tutti per essere condiviso: noi della redazione di TorinoToday raccogliamo l'invito e lo promuoviamo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Le slot machine sono una piaga", Fassino testimonial de Le Iene

TorinoToday è in caricamento