Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Rischio valanghe elevato, e sabato tornano le perturbazioni

In Piemonte il rischio valanghe è elevato soprattutto sui rilievi meridionali al confine con Francia e Liguria. Domani torneranno le precipitazioni, con consistenza nevosa sui rilievi

Il pericolo valanghe torna alto in Piemonte. Dopo le abbondanti nevicate che hanno imbiancato le nostre alture negli ultimi giorni, il rischio di slavine è sempre più elevato. In Piemonte, sui rilievi meridionali, le nevicate sono state molto più intense, e il pericolo, secondo l’Arpa, è a un livello “4-forte” sui monti delle Alpi Liguri. Negli ultimi giorni, oltre i 2000 metri su quasi tutti i rilievi si sono attestati oltre 30-30 centimetri, per arrivare anche ai 90 centimetri delle Alpi Marittime, luoghi dove infatti il rischio è più elevato.

“Su tutti i settori la nuova neve poggia con scarsa aderenza sullo strato preesistente determinando una situazione favorevole al distacco di valanghe di superficie, sia spontanee sia provocate già con debole sovraccarico, pertanto,  per le attività al di fuori delle piste battute è richiesta una buona capacità di valutazione locale del pericolo ed un’ottima conoscenza dell’itinerario”, scrive l’Arpa.

Per sabato è prevista una nuova perturbazione, con nevicate oltre gli 800 e i 900 metri nel nord del Piemonte, oltre i 500 nel sud.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio valanghe elevato, e sabato tornano le perturbazioni

TorinoToday è in caricamento