menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Piemonte i migranti sono più di 3500: presto un piano operativo regionale

Due mesi fa le presenze erano 3310 e oggi sono aumentate di 274 persone. Cerutti: "Non è un fenomeno da sottovalutare ma allo stesso tempo deve essere raccontato con lucidità"

"Non si può parlare di invasione" . E' quello che ha ribadito oggi l'assessore regionale all'Immigrazione Monica Cerutti, annunciando la stesura del piano operativo regionale sull'accoglienza in Piemonte. Secondo i dati ufficiali, attualmente in Piemonte sono presenti 3584 migranti: 1325 in provincia di Torino; 433 in provincia di Alessandria; 480 in provincia di Cuneo; 216 in provincia di Vercelli; 381 in provincia di Novara; 303 in provincia di Asti; 200 in provincia di Biella; 246 nel Verbano Cusio Ossola .

"I dati reali ci dicono che non possiamo parlare di alcuna invasione - ha chiarito la Cerutti - perché se al 20 aprile del 2015 le presenze erano 3310, in poco meno di due mesi sono aumentate di sole 274 persone. Sicuramente non è un fenomeno da sottovalutare ma allo stesso tempo deve essere raccontato con lucidità. Inoltre è necessario fare un confronto con gli arrivi dell'anno scorso che in tutto il 2014 sono ammontati a 6275 mentre nel 2015 sono 3115. Al momento dunque in linea" .

Facendo poi un punto della situazione sulle pratiche dei richiedenti asilo esaminate dal 1 gennaio 2015 al 31 maggio 2015, i profughi che hanno ricevuto una risposta dalla Commissione territoriale in merito alla loro richiesta di accoglienza sono 738. Di questi 122 hanno ricevuto lo status di rifugiato; 72 quello di protezione sussidiaria; 177 di protezione umanitaria e in 349 casi la domanda di protezione internazionale è stata rigettata.  

Le tre nazionalità principali dalle quali giungono le richieste sono Mali (138); Nigeria (132) e Gambia (92). "Sono convinta - ha continuato Monica Cerutti - che sia necessario velocizzare gli esami da parte delle Commissioni territoriali e potenziare il sistema in modo da avere risposte certe sugli esiti delle richieste di asilo nel giro di pochi mesi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento