menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piemonte, in calo l'incremento del consumo di suolo delle aree urbanizzate

Il fenomeno è dovuto agli effetti recessivi della congiuntura economica sul settore edilizio e all'affermarsi di una maggiore attenzione verso un modello di crescita attento ai principi della sostenibilità ambientale

Fra il 2008 e il 2013 il consumo di suolo della superficie urbanizzata in Piemonte è aumentato soltanto dello 0,3%, un incremento contenuto rispetto al trend degli anni precedenti, intorno al 6% dal 1991 al 2008. È ciò che emerge dal documento "Il monitoraggio del consumo di suolo in Piemonte - edizione 2015", approvato ieri dalla Giunta regionale del Piemonte.

Si tratta dello strumento di riferimento per le politiche regionali territoriali e per l'attuazione delle norme urbanistiche regionali, degli obiettivi e delle strategie del Piano territoriale regionale e del Piano paesaggistico regionale, in materia di contenimento consumo di suolo.

In particolare dal 2008 al 2013, il consumo di suolo urbanizzato è passato da 139,294 a 147,316 ettari: dal 5,5% del 2008 al 5,8% del 2013.

"Il rallentamento del trend - ha dichiarato l'assessore all'Ambiente della Regione Piemonte, Alberto Valmaggia - è determinato dagli effetti recessivi della congiuntura economica sul settore edilizio e dall'affermarsi di una maggiore attenzione verso un modello di crescita attento ai principi della sostenibilità ambientale e di politiche regionali e provinciali finalizzate alla definizione di strumenti utili al controllo del fenomeno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento